Oliver Crini, Autore presso Interactive

La Grande Arte del ‘900 Entra in Comunità Psichiatrica

La Cooperativa Sociale Interactive, in collaborazione con il critico d’arte Matteo Maria Rondanelli, è lieta di annunciare la mostra d’arte “Un Museo Senza Differenze” che si terrà il 16 giugno 2024 dalle ore 11:00 alle 17:00 presso la RISS Sant’Agata – Comunità Polis, situata in Strada Provinciale, 139, Sant’Agata Fossili (AL).

Nell’arco di sole sei ore, l’esposizione temporanea presenterà opere di rinomati artisti del ‘900 come Enrico Castellani, Agostino Bonalumi, Piero Manzoni, Marcello Morandini e Lucio Fontana, tra i più celebri protagonisti del panorama artistico italiano e internazionale del secondo dopoguerra. Questo evento unico offre un’opportunità rara e preziosa per esplorare la forza attrattiva che l’arte esercita su persone che, per varie ragioni, spesso non hanno l’opportunità di fruire di essa all’interno dei convenzionali spazi museali o espositivi.

Luogo e Contesto

La Residenza Integrata Socio Sanitaria di Sant’Agata Fossili, attiva dal 2009, si trova immersa nel pittoresco scenario collinare della Comunità Collinare delle Valli Grue, Curone e Bassa Valle Ossona. La struttura si articola in tre nuclei differenziati: la Comunità Polis, in particolare, è una comunità terapeutica psichiatrica che dispone di 20 posti letto e segue un orientamento psico-educazionale con percorsi terapeutici personalizzati incentrati sullo sviluppo della persona, seguendo il paradigma della “recovery”. L’obiettivo non è tanto la guarigione dalla malattia mentale, ma è quello di migliorare la qualità di vita imparando a gestire i propri sintomi, favorendo il reinserimento in società.

Opere Inclusive e Terapia dell’Arte

L’uso dell’arte come strumento terapeutico è ampiamente riconosciuto per il suo potenziale di espressione e elaborazione di esperienze traumatiche in modo simbolico e non minaccioso. La mostra “Un Museo Senza Differenze” va oltre, portando grandi opere d’arte direttamente all’interno di una comunità terapeutica, creando un’esperienza sensoriale unica e condividendo un linguaggio universale che esplora i significati più profondi dell’esistenza umana.

Il Commento dei Curatori

Il Dr. Paolo Leggero, Presidente e Direttore Sanitario di Interactive , sottolinea l’importanza di questo progetto innovativo: “La fruizione di grandi opere d’arte può stimolare l’attività cerebrale, migliorare l’umore e ridurre lo stress. Vogliamo esplorare come questo possa influenzare persone che spesso non hanno l’opportunità di partecipare all’arte.”

“Portare una selezione di grandi opere dei maestri del ‘900 in comunità ribalta il consueto cliché che vede lavori artistici di pazienti portati all’esterno”, commenta la Dott.ssa Arianna Goggi, che da anni presta servizio come consulente psichiatra presso la comunità Polis. Interactive l’ha già fatto nel 2022, con il festival di arte muraria “LIBERA.MENTE”, che ha coinvolto 50 utenti e 8 street-artist all’interno di laboratori di co-progettazione artistica volti alla realizzazione di murales e installazioni all’interno delle strutture della cooperativa.

Un Museo dell’Animo

Matteo Maria Rondanelli, curatore della mostra, aggiunge: “La comunità psichiatrica apre le porte alla grande Arte del ‘900, creando un incontro senza pregiudizi che pone pazienti e visitatori sullo stesso piano di fronte al mistero dell’arte. Questo evento rappresenta un giorno in un museo non solo fisico, ma dell’animo, inducendo tutti noi a trovare ed accettare l’altro attraverso l’illuminazione che l’arte crea.”

Collaborazioni e Ringraziamenti

Il progetto è stato possibile grazie alla collaborazione dei soci della Cooperativa Interactive e dei pazienti della Comunità psichiatrica Polis. Un particolare ringraziamento va all’Archivio Bonalumi, alla Fondazione Marcello Morandini, alla Fondazione Enrico Castellani, alla Fondazione Piero Manzoni, e a tutti coloro che hanno supportato l’iniziativa.

Venerdì 10 maggio dalle ore 15.30 alle ore 17.30, è convocata l’Assemblea dei Soci del 2024 della Cooperativa Sociale Interactive, che avrà luogo presso l‘Auditorium delle Officine S

L’evento sarà occasione d’incontro e confronto tra tutti i soci della cooperativa, che saranno chiamati a votare l’Ordine del Giorno e a conoscere le attività in corso, i progetti futuri, i dati sulla Gestione 2023, e i nuovi regolamenti proposti dal CDA.

Proprio come gli anni passati, l’assemblea è aperta a tutti gli Stakeholder di Interactive: partner, fornitori, consulenti, e altri soggetti interessati, sono invitati a prendere parte all’assemblea e al successivo rinfresco.

Il programma:

Negli ultimi anni, i videogame, e gli ambienti digitali immersivi, sembrano essersi evoluti da semplice attività di svago fine a sé stessa, a vere e proprie opere narrative, più affini al cinema e alla letteratura che alle console e alle sale giochi a cui eravamo abituati nel secolo scorso. Alcuni di questi giochi concepiti negli ultimi anni, perseguono il fine ambizioso di migliorare la salute mentale dei giovani, ma anche di coloro che sono già portatori di disagio mentale o disabilità. E’ il caso di Endeavor RX, che dal 2020 è riconosciuto dalla FDA americana come presidio medico e potrà essere prescritto come terapia digitale per l’ADHD in età pediatrica, negli USA.

Verso la fine del 2021, anche Interactive ha intrapreso un percorso di creazione di un videogame interattivo multipiattaforma, in grado di stimolare le aree cognitive che regolano l’attenzione selettiva e la memoria a breve termine, in particolare in quelle persone con disturbi neurocorrelati.

I ragazzi della Mauriziana scoprono per la prima volta il videogame

I risultati promettenti della prima fase di POC (Proof of Concept) del prototipo, ci hanno convinto a proseguire, ottenendo un contributo a fondo perduto da parte del Bando Evoluzioni della Fondazione Compagnia di San Paolo, che finanzia i 18 mesi di attività di sviluppo sperimentale necessari all’implementazione del prototipo.

Il concept di Brainvillage è stato realizzato attraverso sessioni di co-design, durante le quali utenti e operatori hanno avuto un ruolo attivo nella definizione degli ambienti e delle meccaniche di gioco. Questo approccio ha permesso di adattare l’esperienza alle esigenze specifiche degli utenti e degli operatori che li seguono quotidianamente, per realizzare un massimo coinvolgimento e personalizzazione dell’esperienza di gioco.

Nei prossimi mesi saranno allestite due sale immersive all’interno del SSER di Torino e della Comunità Mauriziana a Luserna San Giovanni, che saranno attrezzate con computer e proiettori di ultima generazione. L’obiettivo è quello di arrivare alla release di un prototipo sperimentale entro il mese di settembre 2024, e fare giocare i nostri ragazzi e le nostre ragazze al gioco che loro stessi hanno contribuito a creare!

Alcune schermate in anteprima:

In questo periodo di festività, abbiamo deciso di mostrarvi come i nostri utenti stanno vivendo la magia del Natale presso i nostri servizi. Le foto e i video che pubblichiamo qui sotto, riflettono la gioia e il calore che pervadono queste giornate speciali, testimoniando come il Natale possa essere un momento unico di condivisione e felicità. Unitevi a noi in questo viaggio visivo che celebra l’allegria e lo spirito comunitario! 🎄 🌟 🥳 ❤️ 🌈 🤝

14/12/2023 – Festa di Natale a Casa&Quartiere

Disegni e addobbi al Fioccardo!

La disabilità non è un limite, ma solo una delle caratteristiche della condizione umana. Interactive sposa questo sano principio di inclusione e lotta allo stigma da più di 20 anni, quando nel 2002 prese in gestione i locali dell’ex-ospedale Mauriziano di Luserna San Giovanni, per trasformarli in una residenza assistenziale flessibile per disabili. Da subito fu chiaro che lo sport, in particolare quello di squadra, è una leva che permette di rafforzare consapevolezza e autostima, con immediati effetti sul corpo, sulle funzioni cognitive e sulla sfera emotiva.

Qualche anno più tardi, nel 2011, nasce a Pinerolo un sogno: creare una squadra di calcio di persone con disabilità cognitive, psichiche e relazionali, composta da atleti che vogliono giocare e, possibilmente, vincere.  Quel sogno della Pinerolo For Disableora Juventus For Special, si è ampiamente realizzato: nella stagione 2022-23 i calciatori della terza squadra si sono laureati campioni regionali, italiani ed europei.

Per tutta la cooperativa Interactive, è motivo di grande vanto vedere i nostri atleti Salvatore Latora, Giovanni Perrotta e Valerio Gritti, vestire la casacca bianconera della Juventus Nessunoescluso, allenata da Silvia Dema, con la collaborazione dell’educatore Marco Tealdo. La squadra è scesa in campo nella stagione sportiva 2022-2023 del Torneo FIGC-Divisione Calcio Paralimpico Sperimentale, alla quale hanno partecipato 115 società e 140 squadre (suddivise in 12 concentramenti regionali), in gran parte gemellate con club di Serie A, Serie B, Lega Pro e della Lega Nazionale Dilettanti.

La finale italiana, disputatasi a Coverciano il 20 maggio 2023, ha incoronato vincitrice la Juventus For Special ha vinto il campionato “Il calcio è di tutti” – Livello 3, superando nel triangolare finale Anthropos e Napoli Coop. Terzo Settore. La vittoria del campionato nazionale, ha permesso di rappresentare l’Italia a Vienna, dove i nostri hanno battuto in finale l’Ajax per due reti a zero, laureandosi campioni europei.

Il 10 giugno 2023, I nostri ragazzi, visibilmente emozionati, hanno raccontato la strada verso la vittoria in occasione dell’Assemblea dei Soci di Interactive, ricevendo gli applausi da parte di tutti i Soci presenti, dimostrando che smontando i paradigmi esistenti, attraverso l’aiuto di un solido progetto educativo, si può lavorare a una rappresentazione differente della disabilità, vincente e autodeterminata.

Per concludere, riteniamo doveroso citare le parole di Gianluca Pessotto – Ex-calciatore italiano, ora dirigente Juventus F.C., in occasione della cerimonia di consegna degli attestati di merito, che ha avuto luogo il 5 ottobre 2023 presso il Consiglio regionale del Piemonte:

«Un risultato importante, su cui mi piace soffermarmi. I ragazzi sono stati fantastici, è bello vederli giocare insieme, tirando fuori il meglio di loro stessi per ottenere un grande risultato. La Juventus tiene molto a questo progetto su cui investe tempo, parole, pensieri ed emozioni. Ma oggi i veri protagonisti sono loro e le loro splendide performance in campo».  

Gianluca Pessotto – Dirigente Juventus F.C. , Ex-calciatore Serie A

In data 8 maggio 2023, la Fondazione Compagnia di San Paolo riconosce un contributo a fondo perduto a beneficio della Cooperativa Sociale Interactive, che permetterà di investire in 18 mesi di attività di digitalizzazione dei servizi alla persona e innovazione dei processi gestionali e di impresa.

Il progetto “Imhs e Brainvillage: il villaggio della salute mentale”, premiato nell’ambito del Bando Evoluzioni, incomincia il 1° Aprile 2023, e permette la prosecuzione degli investimenti nella Telesalutementale e nelle nuove prassi riabilitative che fanno utilizzo del gaming e degli ambienti virtuali.

Buona parte del budget sarà dedicata ad attività di sviluppo informatico e all’acquisto delle tecnologie abilitanti, quali proiettori e strumenti per la videoconference, ma si prevede altresì di investire nella formazione dei dipendenti, con percorsi pensati ad-hoc , che accresceranno le loro competenze digitali e li accompagneranno a rivedere e a cambiare il modo di lavorare insieme.

Nibal Garden è un percorso di co-progettazione di un Giardino Sensoriale dedicato alle persone con DSA, che coinvolge la Cooperativa Sociale Interactive, in partenariato con la Cooperativa Sociale Agricola Naturalmente, la Colonia Agricola del Beila, gli enti del terzo settore che afferiscono alla rete disabilità del Monregalese, Il Comizio Agrario di Mondovì. I partner istituzionali sono il Comune di Mondovì e il CSSM, e il maggior sostenitore del progetto è la Fondazione CRC, che nel mese di giugno 2022 ha concesso un contributo a fondo perduto di 15.000 €, nell’ambito del Bando “Generale” 2022 a fronte di un budget estimativo di 102.533,52 €, che comprende i lavori edili e agrotecnici per la realizzazione del giardino, e le attività dei nostri educatori.

Uno schizzo tratto dalla relazione tecnica del giardino sensoriale

Nibal Garden sarà un luogo aggregativo, aperto alla cittadinanza, alle associazioni, alle scuole e alle cooperative del territorio, punto di interesse e risorsa a disposizione di scolaresche, luogo non convenzionale ove organizzare eventi a basso impatto ambientale, quali reading, spettacoli teatrali e piccoli concerti, in un contesto unico che coniuga il valore storico di Villa Durando alla promozione di una cultura inclusiva, rispettosa dell’ambiente e della disabilità

L’idea progettuale origina dal bisogno delle persone con DSA che vivono quotidianamente il nucleo diurno e la comunità residenziale di Cascina Nibal, di riappropriarsi in sicurezza della socialità e delle occasioni di incontro con il mondo esterno, dopo l’isolamento forzato imposto dalla pandemia Covid-19.

L’area verde di circa 800 mq sarà piantumata con vegetazione atta a stimolare tutti i 5 sensi, migliorando il benessere psico-fisico attraverso le sue grandi doti rilassanti. Lo spazio ha inoltre la funzione di orto didattico, ove organizzare laboratori per stimolare le capacità residue dei pazienti quali, a titolo di esempio: conoscere le varie piante, dedicarsi alla loro semina/raccolta, fare delle passeggiate, eseguire lavoretti artistici con fiori e piante, preparare etichette di riconoscimento per le specie conosciute, scattare fotografie e proporre delle letture ad alta voce.

Foto area pre – intervento

Foto area post – intervento

Al termine del 2022, sono stati realizzati i lavori di sfalcio, livellamento e pulizia dell’area, seguirà nella prima metà dell’anno nuovo il tracciamento dei percorsi e preparazione per l’impianto di irrigazione e illuminazione e la posa della pavimentazione ecocompatibile in terra stabilizzata. Seguirà la posa in opera di essenze arboree e arbustive a “pronto effetto” e la formazione del manto erboso per mezzo di semina. Completa l’iter, L’Installazione di giochi e attrezzature sportive per la neuropsicomotricità e le attività di svago, corredata da apposita pavimentazione antitrauma.

Dal 1996, la Cooperativa Sociale Interactive promuove la salute mentale e il benessere individuale e sociale, dentro le comunità e i centri diurni che gestisce, e fuori da queste mura, alla ricerca continua della “recovery” dei nostri utenti.

Ogni anno, centinaia dei nostri pazienti, sono coinvolti in progetti innovativi che spaziano dall’agricoltura sociale, alla pet-therapy, fino alle frontiere più innovative del Gaming e della telemedicina.

Ma per poter continuare a offrire servizi di alta qualità e aiutare sempre più persone, abbiamo bisogno del tuo aiuto. Sostienici con il tuo 5×1000 e permettici di portare bellezza e gioia nella vita di queste persone e delle loro famiglie.

Le donazioni ricevute nell’anno 2023, contribuiranno alla realizzazione di:

BRAINVILLAGE: Un videogame inclusivo per stimolare la riabilitazione cognitiva dei ragazzi della Comunità Mauriziana
NIBAL GARDEN: Un’area di 800 mq con percorsi per stimolare i 5 sensi, fare sport e giocare all’aria aperta
IMHS: Televisite a distanza tra operatori e pazienti in comunità o al domicilio

DONA ORA! Ecco come fare:

1. Compila la scheda sul modello 730 o Redditi (ex Unico)
2. Firma nel riquadro “Scelta per la destinazione del cinque per mille dell’IRPEF” nella sezione “Sostegno degli enti del terzo settore iscritti nel RUNTS di cui all’art. 46, c. 1, del d.lgs. 3 luglio 2017, n. 117, comprese le cooperative sociali ed escluse le imprese sociali costituite in forma di società, nonché sostegno delle onlus iscritte all’anagrafe”
3. Indica nel riquadro il codice fiscale di INTERACTIVE: 01164070052.

Il restyling del CDSR e le nuove attività educative

A cavallo tra il 2022 e il 2023, i locali del CDSR Identi-Kit cambiano forma e prendono nuovi colori: è in corso una ristrutturazione parziale delle stanze utilizzate per il centro diurno e per il progetto territoriale Start-up.

Il restyling agevola il lavoro educativo degli operatori offrendo, grazie a spazi dedicati e attrezzature adeguate, una maggiore possibilità di fruire delle attività e una diversificazione dell’offerta all’utente finale

l’obiettivo è quello di creare nuovi spazi diversificati e rispondenti a differenti attitudini e capacità, nell’ottica di ricoprire un’ampia gamma di elementi creativi e al contempo educativi e socializzanti, che rispondano alle crescenti difficoltà dei giovani che accogliamo: ritiro sociale, distanziamento, difficoltà relazionali, propriocezione corporea alterata, agìti anticonservativi e autolesivi.

La progettazione di questi spazi è stata studiata in relazione alle diverse attività:

Stanza della musica: è stata attrezzata con pannelli fonoassorbenti e console musicale per poter registrare, incidere e sperimentarsi con la creazione di contenuti musicali. L’importanza della musica, nella fase adolescenziale, è riconducibile agli aspetti identificativi che smuove nei giovani, permettendo di “parlare per loro” e permettendogli di sentirsi appartenenti e riconosciuti.

Stanza del rilassamento (Snoezelen Room): impreziosita da un tappeto morbido, dei grandi cuscini, luci led colorate e da tubi sensoriali, è ideata e pensata per agevolare la propriocezione corporea. Attraverso attività corporee e di attivazione motoria è possibile sperimentare il proprio corpo non solo in una accezione negativa, pericolosa o da sabotare, ma anche conoscerlo e sperimentarlo in una situazione protetta e sana.

Stanza della scrittura: è stata arricchita da una parete lavagna nella quale è possibile scrivere, disegnare e cancellare. La scrittura assume solo recentemente un’importanza clinico-medica con l’introduzione della medicina narrativa quale strumento di cura e facilitatore relazionale tra medico e paziente. La stanza ospiterà laboratori artistici/creativi proponendo disegni di grandi dimensioni, di forte impatto emotivo e visivo; ma anche percorsi di medicina narrativa a cura di un’esperta interna con la produzione di elaborati scritti finalizzati al benessere individuale e alla cura.

La Lavagna a muro allestita nella stanza della scrittura

Stanza della creta: Arredata con un forno che permette la cottura di prodotti creati con la creta, la stanza permette sia di sperimentare la produzione di un proprio manufatto, partendo dalle fasi iniziali fino alla realizzazione, che la possibilità sviluppare la manualità con benefici riconosciuti nell’aumentare la sensazione di benessere, migliorare l’autostima, aiutare a superare i propri limiti e ridurre lo stress.

Ricevuto & Pubblicato:

Una toccante lettera di un genitore, scritta in occasione delle dimissioni della figlia dalla comunità psichiatrica Clubhouse.

Le parole del Sig. Pannunzio ci sono sembrate così belle e sincere che abbiamo deciso di animarle in un breve video. Buona visione!


CAMPOBASSO, 17/1/2023

Sono il papà di una paziente ospite di Clubhouse in Farigliano.

Sento il dovere di ringraziare per quanto avete fatto per mia figlia.

Lina ha “girovagato” in Italia per tanti anni presso tante strutture psichiatriche, alcune “blasonate” Però soltanto da voi ha ottenuto risultati oserei dire eccezionali, fermo restando la patologia di fondo. grazie al vostro lavoro, mia figlia non ha più manifestato comportamenti autolesionistici, né suicidari. Non è mai scappata dalla struttura.

Ha acquisito delle autonomie che le hanno permesso di fare volontariato presso una casa di riposo a Campobasso (con ottimi risultati) e viaggiare da sola in aereo e tornare a casa.

Ringrazio tutto il personale, ma un plauso speciale va alla Dott.essa Monica Conti, al Dott. Matteo Tedde, al Dr. Ottaviano Ruberto, che con impegno, empatia, professionalità, hanno “curato e avuto cura” di mia figlia, portandola a raggiungere risultati per me insperati.

Vi ringrazio di cuore,

Pietro Antonio Pannunzio