Senza categoria Archivi - Interactive

E’ opinione comune che le persone con Disturbi Mentali Gravi (DMG) trascorrano poco tempo impegnate in attività riabilitative specifiche, e presenti bassi livelli di Attività Motoria.

Occorre disporre di programmi strutturati, manualizzati e riproducibili, facilmente fruibili dagli operatori con poche ore di formazione, soddisfacenti per gli utenti, che possano aiutare le persone con DMG a raggiungere i propri obiettivi, a migliorare in modo efficace ed efficiente il loro funzionamento personale e sociale.

Uno degli approcci che in Italia ha mostrato di essere efficace sul territorio per questi scopi è InteGRO (Veltro et al, 2018) anche per la gestione relativa allo stress conseguente alla pandemia/lockdown. Gli autori hanno rielaborato questo approccio adattandolo alle persone con DMG che vivono nelle residenze con particolare attenzione alla gestione dello stress in chiave salutogenetica e al raggiungimento degli obiettivi personali e sociali con l’obiettivo di esito primario di miglioramento del Funzionamento.

Le cooperative Interactive e Les Aigles aderiscono a questo importante progetto, e promuovono un corso di Formazione a distanza (FAD) dedicato a tutti i professionisti della Salute Mentale, promosso da Fenascop, che da diritto a 7 crediti ECM.

Il Corso FAD “Interventi Psicoeducativi: caratteristiche e campi di applicazione” fornisce un’Introduzione all’intervento Psicoeducativo; un insieme di interventi basati sulle evidenze scientifiche tesi a fornire alla persona portatrice del disturbo e alla sua famiglia abilità specifiche per la gestione del disturbo mentale aumentando la consapevolezza e quindi favorendo l’adesione al percorso di cura.

Per il programma del corso e le modalità di iscrizione, si prega di consultare questo link alla piattaforma Fenascop.

Interactive è una Cooperativa Sociale di tipo A e di tipo B, nata nel 1996 a Villareggia (TO), che realizza e gestisce Servizi Residenziali e Diurni ispirati alla metodologia “comunitaria” in ambienti “similfamiliari”, rivolti a persone con disturbi psichiatrici, con gravi disabilità o con problemi di tipo comportamentale, soggetti nello spettro dell’autismo e minori con disturbi psichiatrici.

Siamo presenti dal 2001 sul territorio dell’Alta Langa, inizialmente a Farigliano, dove istituiamo la Comunità Protetta Clubhouse, che oggi ospita 22 persone con disturbi mentali gravi. A Clubhouse, i nostri ospiti non sono pazienti: non interveniamo solo sulla patologia, bensì cerchiamo di costruire un vero e proprio percorso di “Recovery”, poiché la vera riabilitazione non può prescindere dal reinserimento in società. La Comunità è dunque intesa come luogo di passaggio, dove si stabilizzano i sintomi, si acquisiscono nuove competenze, si lavora sull’autonomia personale e si progetta il futuro. Per questo, abbiamo realizzato due appartamenti, situati a pochi metri dalla comunità, dove gli ospiti ormai al termine del loro percorso riabilitativo possono vivere in piccolo gruppo, e gestire in autonomia le incombenze domestiche, per ri-tornare in società gradualmente e consapevolmente.

Una giornata di lavoro in vigna, a Murazzano (CN)

Autonomia e riabilitazione non bastano se non c’è il lavoro: è così che dal 2009, in collaborazione con la Cooperativa Sociale Agricola Naturalmente, i nostri utenti hanno imparato il mestiere dell’agricoltore, attraverso il lavoro e la formazione teorico-pratica su colture tradizionali del territorio quali il vitigno Dolcetto e la Nocciola Piemonte IGP. A Murazzano, accompagnati da un educatore di Interactive e da un agricoltore del territorio, essi trovano opportunità di impiego remunerato nel campo dell’agricoltura biologica, beneficiando inoltre del contatto con la terra, e migliorando le capacità attentive e di lavoro in gruppo.

Dal 2017, due pazienti sono regolarmente impiegati nell’Agriostello delle Langhe, una casa per ferie dotata di 22 posti letto, gestita da Interactive, proprio di fianco alla comunità “Clubhouse”. L’agriostello è in grado da un lato di soddisfare un nuovo bisogno di socialità attraverso eventi formativi, stages e tirocini fruibili da persone con disturbi mentali, da operatori della salute mentale e da persone alla ricerca di esperienze e formazione in Agricoltura Sociale, dall’altro di attrarre specifiche tipologie di turisti nell’Alta Langa (ad esempio giovani alla ricerca di soggiorni non solo turistico-culturali ma anche formativi ed esperienziali, gruppi sportivi, famiglie con membri disabili).

Oggi, Interactive cerca una persona in grado di progettare e attuare l’intervento educativo, alla luce di tutte le opportunità offerte da un contesto di lavoro stimolante e innovativo, coinvolgendo gli utenti nei progetti di inserimento lavorativo in Agricoltura e Turismo Sociale, e trovando nuove connessioni virtuose sul territorio. Il candidato ideale è un professionista della salute mentale, con titolo di Educatore Professionale Sanitario, Tecnico della Riabilitazione Psichiatrica, o Psicologo con esperienza pregressa e adeguata motivazione a lavorare in un team a servizio di persone con patologie a carattere psichiatrico. È richiesta inoltre autonomia, proattività e capacità di problem solving. Si offre contratto full time a tempo indeterminato, possibilità di formazione e di crescita professionale.

Se pensi di essere la persona giusta, entra nel Team di Interactive, invia la tua candidatura compilando il seguente modulo:

    Il 14 Luglio 2021, l’Assemblea Straordinaria dei Soci di Interactive, ha approvato il progetto di fusione per incorporamento tra Interactive e La Cooperativa Sociale di tipo B “Chemin de Vie”. Tale cooperativa, già nota in quanto in passato si è avvalsa dei suoi servizi, offre a Interactive l’opportunità di ampliare le prestazioni volte a valorizzare il percorso riabilitativo dei propri ospiti nelle strutture, grazie ai progetti di pulizia e piccola manutenzione che Chemin de Vie presta ai suoi clienti

    La Cooperativa Chemin de Vie e è una cooperativa sociale di tipo B, nata il 01 luglio 2005 a Chatillon per volontà di un gruppo di operatori della Cooperativa Les Aigles, impegnati nella creazione di opportunità di inserimento lavorativo a favore di persone svantaggiate ospitate presso le comunità terapeutiche gestite dalla Cooperativa Les Aigles stessa, ma anche ulteriori opportunità occupazionali a favore di persone residenti sul territorio Valdostano.

    Una delle prime commesse affidate a Chemin de Vie, prevedeva la gestione di servizi di pulizia e sanificazione presso i locali della biblioteca e della scuola del Comune di Chatillon. A seguito dell’affidamento dei lavori, generalmente con cadenza annuale, è costituito un team formato da 1 o più capo squadra e un piccolo gruppo di 2/3 ragazzi, ospiti della Comunità Lumière impegnati nelle singole attività secondo le fasce orarie concordate con il Comune stesso. Il progetto individuale di inserimento lavorativo prevede un numero esiguo di ore d’inserimento iniziale , atto a testare “la tenuta” della persona, successivamente, se i risultati lo consentono, avviene il completo inserimento nelle attività oggetto dell’appalto di servizi.

    Servizi di Pulizia

    Un altro progetto rilevante, ha coinvolto il comune di Aymavilles che ha concesso in comodato d’uso un terreno da adibire ad orto didattico per i bambini e ragazzi del comune. Le attività hanno compreso la pulizia ed il risanamento del terreno, l’installazione di nuova recinzione e la creazione e mantenimento dell’orto didattico. In quest’occasione sono stati impiegati 2 ragazzi svantaggiati e 1 normodotato.

    Completa l’esperienza di Chemin de Vie, un servizio di Ristorazione attivo presso la Comunità Terapeutica la Lumière, gestito da due Soci Lavoratori di Chemin de Vie.

    Dalla fusione derivano sostanziali benefici per le due realtà coinvolte, nel rispetto dei principi mutualistici e nell’interesse dei soci, tra i quali si annoverano la riduzione dei costi amministrativi, gestionali e organizzativi, attraverso la concentrazione delle relative funzioni.

    il “modello Interactive”, orientato alla “Recovery” dell’ospite che accede ai suoi servizi, necessitava di aggiungere alla dimensione terapeutico-riabilitativa, anche quella quella lavorativa. Tale percorso virtuoso insito nella “mission” di Interactive, che da sempre mette al primo posto il benessere dei propri pazienti, già operativo nel settore del turismo sociale, può essere replicato anche nel settore delle pulizie e servizi.

    Il 22 dicembre 2021, l’Associazione “Movimento Familia – una compagnia in cammino” e la Cooperativa Sociale Interactive, hanno formalizzato il passaggio di proprietà dell’immobile sito a Farigliano in frazione Spinardi – località Roberga, e dei terreni agricoli antistanti, in seguito allo scioglimento formale dell’associazione.

    La donazione è avvenuta grazie al supporto della Compagnia delle Opere, cui l’Associazione si era rivolta per pensare a una nuova destinazione dell’immobile e dei terreni di sua proprietà in vista del suo scioglimento formale, che l’ha messa in relazione con la cooperativa Interactive sua associata.

    Questo dono offre nuove e interessanti opportunità di sviluppo dei progetti attivi nell’area di Farigliano, anche grazie al coinvolgimento diretto della cooperativa sociale agricola Naturalmente nella gestione dei terreni antistanti alla cascina, per la conduzione di attività di Agricoltura Sociale e inserimento lavorativo in agricoltura, che coinvolgeranno l’utenza di Clubhouse.

    In accordo con le volontà dei donatori, Interactive ha l’onere di impiegare i beni ricevuti, perseguendo il fine del contrasto all’emarginazione ed al disagio sociale e personale. Per tale ragione, si ipotizza di ristrutturare l’immobile e impiegare i 134 mq di spazi interni a supporto delle attività terapeutico-riabilitative offerte dagli operatori di Clubhouse , che organizzeranno laboratori espressivi e ricreativi, alfine di potenziare le attività interne destinate agli ospiti della comunità.

    L’ingresso di Cascina Roberga nel patrimonio immobiliare di Interactive consolida Il rapporto tra la cooperativa e il territorio dell’Alta Langa, che si esprime in oltre venti anni di impegno alla ricerca di un punto di incontro virtuoso tra Salute Mentale, Lavoro Agricolo e Turismo Sociale.

    Con il progetto Games4Health ci siamo posti un grande obbiettivo: unire il mondo del Gaming a quello della Salute Mentale, progettando un videogame inclusivo insieme al contributo degli ospiti delle nostre sedi. 👾

    Games4Health è un percorso di creazione di un videogame interattivo di supporto negli interventi di riabilitazione cognitiva stimolando anche il movimento fisico in soggetti che presentano deficit cognitivi e/o quadri psichiatrici.

    Oggi, Fondazione CRT ha riconosciuto il valore della nostra proposta progettuale, presentata lo scorso Luglio nell’ambito del bando Vivomeglio, un’iniziativa per migliorare la qualità delle persone in difficoltà, e aumentare l’autonomia delle persone con disabilità. Al progetto è stato riconosciuto un contributo a fondo perduto di 15.000 euro, che ci permetterà di acquistare i dispositivi digitali e iniziare il design del videogame.

    Il videogioco sarà progettato sui bisogni degli utenti di Interactive e della cooperativa partner Les Aigles, che lo utilizzeranno in anteprima, e permetterà di raccogliere dati biometrici e monitorare gli effetti terapeutici e riabilitativi del videogame sui nostri utenti.

    Il gioco sarà fruibile in apposita sala attrezzata con tecnologia 4.0 (videomapping, IoT, sensoristica), e tecnologia cloud già in possesso della cooperativa che permette di accedere al gioco a distanza, mediante il solo ausilio del PC.

    Nelle prossime settimane vi racconteremo gli entusiasmanti sviluppi di questa avventura digitale, all’insegna dell’innovazione! 🚀

    Crescere/creatività sono le due parole chiave del XIII Convegno dell’AGIPPsA (Associazione dei Gruppi Italiani di Psicoterapia Psicoanalitica dell’Adolescenza), parole che, condividendo la stessa radice, sono strettamente connesse: il crescere è un’azione progressiva, a volte faticosa, che in adolescenza appare spesso subitanea e radicale, da cui prende avvio l’atto del creare se stesso assumendo un posto nel mondo in modo unico ed originale.

    Il convegno, che si svolgerà dal 15 al 17 Ottobre, interamente on-line, da diritto a 23 crediti ECM, e mira a costruire una panoramica dell’adolescenza oggi, con le problematiche connesse al percorso di sviluppo, e al lavoro di cura. La dott.ssa Carlotta Torello, responsabile dell’area dei servizi di salute mentale di Interactive dedicati ai minori, interverrà il 16 ottobre nel workshop “Tessere le trame della crescita: il lavoro di cura integrato”.

    Info&iscrizioni:

    A soli 20 km da Torino, l’azienda agricola, la Cascina del Mulino è una fattoria accreditata nella rete regionale delle fattorie didattiche della Regione Piemonte, che sorge al centro di una tenuta di 4700 mq di terreno adibito a pioppeto, orto, serra, stalle per i vari animali presenti in fattoria (capre, galline, anitre, conigli, asini, pecora Savoiarda, razza piemontese a rischio d’estinzione, fauna selvatica). Interamente costeggiata dal rio Stellone e vicina all’antico mulino da cui ne trae il nome, la Cascina è conosciuta per le produzioni cerealicole ed orticole (numerose varietà di patate, prodotto tipico di Villastellone).

    In autunno, dopo una lunga pausa dovuto all’emergenza Covid-19, gli utenti del presidio Fioccardo, nuclo il Fiocco e il Dardo torneranno a frequentare la Cascina, la sua vasta aia, e le aule didattiche, dove saranno coinvolti in un progetto di agricoltura sociale, finalizzato ad avvicinarli al mondo agricolo e agli animali che lo popolano, stimolando la manualità, la sensorialità la motricità e l’equilibrio attraverso lavori di pertinenza agricola (etichettatura, sgranare mais, accudimento animali, giardinaggio ed orto).

    Per informazioni: http://www.cascinadelmulino.it/

    Sono gli ultimi giorni di agosto, la luce estiva prende tonalità più fredde, e invade il viale che separa Clubhouse dall’Agriostello delle Langhe, illuminando di un intenso ocra i volti e le vigne circostanti. In questo paesaggio pittorico “en plein air” hanno vissuto per cinque giorni il poeta e street artist Ivan Tresoldi e gli artisti del suo collettivo, a stretto contatto con i ragazzi della Comunità e con il personale Interactive.

    Il progetto artistico, frutto di un dono di Makers Factory, era quello di riempire il muro di contenimento in cemento armato con un murales, concepito dalla fantasia e dall’ispirazione dei ragazzi e delle ragazze di Clubhouse, che hanno partecipato a una giornata di workshop dedicato alla produzione artistica applicata alla street art.

    Nei giorni successivi, gli artisti hanno preso colori e pennelli con l’intento di imprimere sul muro gli elementi principali della loro vita in Comunità: dalle persone che incontrano nel quotidiano, alle opere di Giacomo Martinetti, passando per le colline e le vigne dell’Alta Langa. Luoghi e personaggi raffigurati sono tenuti insieme dall’abbraccio materno e affettuoso di una figura femminile che riposa sul dorso delle colline di Farigliano.

    Un dettaglio dell’opera

    Il resto dell’opera è riempito dalla caratteristica scrittura di Ivan Tresoldi, che nasce dai caratteri medievali “Volkschrift“, primo esempio di scrittura impiegata dal popolo e non solo, come avveniva all’epoca, dalle classi erudite. A un occhio attento, non potranno sfuggire alcune parole, scelte assieme agli ospiti della comunità, quali “sole” e “sociale”, “salute”, “crescere”, “mestieri” e “poesia” dalle quali si staglia in rilievo la parola “Futuro“, a simboleggiare la possibilità di credere nel domani, <<un modo per avere una seconda possibilità>> come ricorda Laura, che ha contribuito molto al progetto.

    Ivan Tresoldi, intento a dipingere la parola “Futuro”

    <<Eravamo tutti alla pari su questo muro, è stato un momento di condivisione, una delle cose più belle per il benessere personale>> riflette l’artista emi.artes, rievocando il lavoro fatto con gli ospiti della comunità, ora più che mai intenzionati a replicare l’esperienza attivando laboratori interni di pittura murale grazie al bagaglio di conoscenze accumulate

    <<L’arte è quella scintilla che ci porta fuori dal conforme, è insieme la malattia e la cura>> chiosa Ivan Tresoldi, e crediamo che in questa frase sia racchiuso molto del senso di questa esperienza, un inno alla vita, alla guarigione, al futuro.

    Il gruppo di lavoro: raffigurati gli Artisti, gli ospiti e il personale di Clubhouse e Agriostello delle Langhe

    Il servizio di Educativa territoriale e domiciliare Ri.ESCO, muove i suoi primi passi nel 2020, in piena emergenza pandemica, come risposta immediata ai nuovi bisogni e alle condizioni di disagio di giovani e adulti disabili.

    Il progetto, mette a frutto l’esperienza ultra-ventennale di accoglienza residenziale e semi-residenziale per minori e adulti in Piemonte Lombardia e Valle d’Aosta, nonché i nuovi percorsi domiciliari e di teleassistenza che ci hanno permesso di essere prossimi ai nostri utenti nonostante il periodo di lockdown, che limitava l’accesso ai nostri servizi.

    Presso Ri.ESCO i nostri migliori professionisti della ri-educazione e ri-abilitazione competenti e aggiornati,  offrono sostegno alla persona e alla famiglia nei momenti di difficoltà, radicati o passeggeri, come malesseri psicologici più o meno gravi, stress e crollo emotivo,  difficoltà nell’intessere relazioni positive, condizioni di auto-isolamento ed esclusione delle persone disabili,  l’insorgenza di disturbi alimentari veri e propri.

    I nostri educatori, psichiatri, psicologi, assistenti sociali, esperti in attività educative, infermieri, oss, assistenti sociali etc. lavorano in un’ottica di una presa in carico globale cucita su misura, in presenza, nelle vostre case, ma all’occorrenza anche in remoto, nel rispetto delle regole di distanziamento, grazie ad attività educative e riabilitative appositamente progettate e rispettose della privacy e dei bisogni individuali.

    Sostegno, abilitazione e riabilitazione socio-relazionale ti aiuteranno a riprendere fiducia e a ri.-uscire !

    Per saperne di più, leggi la carta del servizio:

    I CAN DO IT! CONTATTACI 📞💬

    Come deliberato dal Consiglio di Amministrazione del 29 maggio 2021 pubblichiamo il Progetto di Fusione per incorporazione della cooperativa sociale Chemin de Vie nella cooperativa sociale Interactive.

    Per discutere insieme ai soci tale proposta di fusione, il CdA di Interactive ha convocato l’Assemblea Straordinaria dei Soci che si terrà in prima convocazione presso lo studio del Notaio ARANITI Mariagrazia in Caraglio (CN) via Roma 176, il 12 luglio 2021 ore 07:00 e in seconda convocazione il 14 luglio 2021 ore 15:00 presso lo studio del Notaio ARANITI Mariagrazia in Caraglio (CN) via Roma 176.

    Fermo restando che l’Assemblea si riterrà svolta nel luogo nel quale è prevista la presenza fisica del Presidente e del Notaio e precisamente in Caraglio (CN) via Roma 176, in applicazione delle norme adottate dal Governo Italiano per l’attuale periodo di emergenza, è possibile partecipare all’Assemblea ed esprimere il voto mediante mezzi di telecomunicazione audio-videocollegati che consentano la partecipazione, l’identificazione dei partecipanti e l’esercizio del diritto di voto dei Soci.

    ALLEGATI:

    Interactive s.c.s. – Statuto Download
    Interactive s.c.s – Atto CostitutivoDownload
    Progetto di FusioneDownload